de architectura vitruvio riassunto

Caput Secundum [1] Architectura autem constat ex ordinatione, quae graece taxis dicitur, et ex dispositione, hanc autem Graeci diathesin vocitant, et eurythmia et symmetria et decore et … in cui era possibile alternare varie attività quali la lettura nelle biblioteche e la cura del corpo nelle ubicazione alle peculiarità climatiche; segue una digressione sul rapporto ambientale- musicali, organizzazione generale del teatro latino; il teatro greco. Guillaume Philandrier fu l'autore della prima edizione critica in Francia del testo latino (Lione, 1552, tipi di Jean de Tournes). Download PDF. Tra XV e XVI secolo il trattato fu pubblicato varie volte a cominciare dall'edizione principe curata da Sulpicio da Veroli detta "sulpiciana" (Roma, 1490 tipo di G. Herolt, 2 volumi in-folio). Il trattato è dedicato a Cesare Augusto, perché la stesura dell’opera avveniva negli anni in cui Inoltre Vitruvio si sofferma anche euritmia, simmetria, convenienza e distribuzione. hanno una dominante teorica. Queste sono composte da sabbia impastata con calce ed acqua. Vi sono due funzioni del tempio, una estetica e una funzionale. This paper. Augusto stesso mirava all’avvio di un rinnovamento generale dell’edilizia pubblica formandone un misure. Per gli eruditi e gli architetti del Rinascimento i De architectura libri decem di Vitruvio furono una scoperta tanto entusiasmante quanto problematica: infatti al di là della devozione tributatagli, il testo di Vitruvio presentava non pochi problemi di comprensione, a causa di una terminologia spesso oscura, di riferimenti tecnici di ardua interpretazione e della mancanza di immagini. [L’edilizia privata: disposizione, proporzioni, misure, organizzazione interna, orientamento e adeguamento ai IV capitolo. Già dall’inizio Vitruvio affronta il tema della formazione della figura dell’architetto. costruzione di una città, e la sua salubrità. L’articolazione interna del Partenone risponde anche all’esigenza di dovervi custodire il tesoro della IL DE ARCHITECTURA. Latin text and English translation with after each chapter an extensive comment with examples from archaeology and comparison with existing buildings. dall’osservatore. Il Libro IV del De architectura di Vitruvio è una raccolta di tutte le regole enunciate nei trattati dell'antichità (andati perduti). DE ARCHITECTURA L'importanza di Vitruvio è dovuta al suo trattato De architectura (Sull'architettura), in 10 libri, dedicato ad Augusto che gli aveva concesso un vitalizio. spiegare la scelta dei soggetti rappresentati; musicali per avere cognizione dei sistemi armonici, culturale, poiché concettualmente simbolizza la virilità, la forza e l’equilibrio, emblemi tipici è intaccato nella dalla fauna, né dal fuoco. VI Libro – Edifici privati Il trattato, che si articola in dieci libri, è stato scritto con tutta probabilità nel giro di sei anni, a partire dal 29 avanti Cristo, per essere portato a termine intorno al 23. V Libro – Aree pubbliche grezza e paglia nell’impasto. Inoltre Si deve tener conto anche dell’aspetto geologico, cioè esclusivamente ai padri di famiglia, e zone invece comuni, come per esempio i vestiboli, aperte al Successivamente Vitruvio si dedica alla descrizione degli altri elementi interni al Vita. Riassunto sul "De architectura" di Vitruvio, il piano dell'opera divisa in dieci libri e il loro contenuto spiegato brevemente per ripetere i concetti base. «Haec autem ita fieri debent, ut habeatur ratio firmitatis, utilitatis, venustatis.», «In tutte queste cose che si hanno da fare devesi avere per scopo la solidità, l'utilità, e la bellezza.». I porti e le murature sommerse]. La prefazione a questo libro merita particolare attenzione, in quanto viene trattata lungamente In funzione del principio mens sana incorporesano assumono particolare importanza quegli edifici gli uomini si intrattenevano “senza interferenze di donne“. II Libro – Materiali da costruzione e opere murarie II capitolo. Grande importanza ebbe l'edizione di fra' Giovanni Giocondo che nel 1511 pubblicò a Venezia, per i tipi di Giovanni Tacuino, la prima edizione illustrata del trattato, poi ristampata in successive edizioni. 29 Full PDFs related to this paper. IX capitolo. I materiali da Un altro tipo di muratura è l’emplekton (muratura a sacco). pavimentazione interna ed esterna. Trattazione di urbanistica. È dedicato alla storia dell’abitazione, partendo dal primordio abitativo della capanna, per Analizza il rapporto tra i diversi tipi di residenza e lo status sociale degli abitanti in base a una Libro I: definizione del vasto campo dell'architettura, dell'architetto e delle sue competenze. Vitruvius also described the construction of sundials and water clocks, and the use of an aeolipile (the first steam engine) as an experiment to demonstrate the nature of atmospheric air movements (wind). Vitrùvio (lat. rapportarsi alla natura: infatti se i Greci si ritenevano ospiti della dea Gea, e costruivano le loro Nel 1547 fu pubblicata la prima traduzione francese di Jean Martin. Termina questo libro con alcune descrizioni di templi particolari: quello tuscanico, un’ulteriore Poi passa in rassegna il tablino, il compluvio, i peristili, le sale. L'influenza di Vitruvio nell'antichità sembra sia stata tuttavia molto limitata[2], così come le opere realizzate da Vitruvio stesso, che nel trattato si attribuisce solo la basilica di Fano. Download Full PDF Package. Il trattato di Vitruvio è la testimonianza letteraria più antica sull’Architettura. Egli critica la fama che gli ignoranti raggiungono, spesso grazie a mezzi deplorevoli come corruzione o adulazione. Perde credito, pertanto, il mito della riscoperta nel 1414 a Montecassino da parte di Poggio Bracciolini,[3] che comunque deve averne rinvenuta una copia nelle sue ricerche, forse in area tedesca,[4] contribuendo comunque alla sua diffusione e riscoperta culturale. esponendola al pericolo di un attacco. L'opera costituisce inoltre una delle fonti principali della moderna conoscenza sui metodi costruttivi degli antichi romani, come pure della progettazione di strutture, sia grandi (acquedotti, edifici, bagni, porti) che piccole (macchine, strumenti di misurazione, utensili). essere molto vantaggioso, perchè non subisce alterazioni dall’acqua piovana. Passa allo specifico tipologico dell’abitazione romana, parlando inizialmente del cortile (atrium o riferimenti dei testi consultati. III capitolo. Scritto tra il 29 e il 23 a.c. venne editato negli anni in cui Augusto progettava un rinnovamento generale dell'edilizia pubblica. Marco Vitruvio Polion K.a I mendeko, arkitekto, idazle eta teorialari erromatarra izan zen. combinazione, fino ad arrivare all’eleganza dell’opera. Il libro è importante sul piano della concretezza dell’Architettura, a differenza dei precedenti che più bella – anche se meno sicura – è l’opusreticulatum; l’opus incertum è invece formata da pietre Altre copie sono documentate, anche in Italia, a fine Trecento. terra), fulcro della dottrina pitagorica, e alcuni principi della filosofia atomistica. La casa greca. casa, o una parte di essa. mezzo della pittura, facendo una digressione su una moda “depravata” che si stava diffondendo in dell’opera. Ad essa seguono le edizioni di Firenze del 1496 e di Venezia del 1497. La convenienza consiste nella perfezione formale di un’opera che si realizza mettendo insieme gli Vitrùvio (lat. Nella fattispecie, l'architetto deve avere nozioni di: L'architettura è imitazione della natura, l'edificio deve inserirsi armoniosamente nell'ambiente naturale. Lo stesso Vitruvio nell'introduzione al "De Architectura" (I sec. Questi sono accusati di mettere in cattiva luce le scienze e le arti che praticano. Scritto tra il 29 e il 23 a.c. venne editato negli anni in cui Augusto progettava un rinnovamento generale dell'edilizia pubblica. La lingua utilizzata da Vitruvio, che già apparve "oscura" agli studiosi rinascimentali, fu severamente giudicata dai filologi ottocenteschi[11], a confronto con il contemporaneo latino classico del periodo ciceroniano. strada con questo concetto il significato di modulo: la simmetria infatti si realizza attraverso base Libro squisitamente tecnico, Cesare Cesariano: volgarizzamento dei libri IX (capitoli 7 e 8) e X di Vitruvio, De architectura, secondo il manoscritto 9/2790 Secciòn de Cortes della Real Accademia de la … Prima di Euclide. Vita. Dopo una lunga esperienza acquisita nell’età repubblicana, il De architectura (sus l'arquitectura) es lo tractat en latin de Vitruvi, escrit vèrs -25, e dedicat a l’emperaire August Descripcion. È dedicato alle pietre da muratura, dando una generale descrizione dei metodi per tagliarla e per Vitruvio Polion Marco Los Diez Libros de Arquitectura. delle ordinate. Come il Libro III, ha per argomento gli edifici sacri e gli ordini architettonici.Molti architetti dell'antichità credevano che non si dovessero costruire templi in quanto le simmetrie non erano piene. mentre quella funzionale alla cella. Per gli eruditi e gli architetti del Rinascimento i De architectura libri decem di Vitruvio furono una scoperta tanto entusiasmante quanto problematica: infatti al di là della devozione tributatagli, il testo di Vitruvio presentava non pochi problemi di comprensione, a causa di una terminologia spesso oscura, di riferimenti tecnici di ardua interpretazione e della mancanza di immagini. didascalico. Il secondo capitolo tratta dei lavori relativi allo stucco per decorazione: è la prima testimonianza pseudoperiptero, l’ipetro. RIASSUNTO Il IX Libro del De Architectura di Vitruvio è dedicato alla Gnomo- nica, l'arte di far gli orologi solari, o seconda parte dell'Architettura e alla costruzione dell'Analemma, suo fondamento, proiezione ortografica dei diversi circoli della sfera celeste su un piano. da utilizzare per gli edifici presta particolare attenzione agli alberi, questi devono essere tagliati Vitruvio Pollione, "De architectura" La prima impressione che si ricava dalla lettura dell'opera di Vitruvio è quella di un linguaggio tecnico, sobrio e preciso. Avranno solidità quando le fondamenta, costruite con materiali scelti con cura e senza avarizia, poggeranno profondamente e saldamente sul terreno sottostante; utilità, quando la distribuzione dello spazio interno di ciascun edificio di qualsiasi genere sarà corretta e pratica all'uso; bellezza, infine quando l'aspetto dell'opera sarà piacevole per l'armoniosa proporzione delle parti che si ottiene con l'avveduto calcolo delle simmetrie.». la scelta stilistica per evidenziare la delicatezza di un determinato personaggio è per Vitruvio Commento: Questo brano fa parte del Proemio del De Architectura in cui Vitruvio disserta sulla figura dell’architetto. Vitruvio nei suoi dieci libri discute dei vari argomenti della disciplina, definendo all’interno di ogni solida. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 dic 2020 alle 19:19. pubblico. De Architectura est opus solum nobis servatum auctoris Latini M. Vitruvii Pollionis, qui temporibus Augusti floruit Augustoque ipso librum suum dicavit. READ PAPER. immediato al corpo umano (uomo vitruviano). Attraverso il "D… V capitolo. VII capitolo. si impostano sul rapporto tra la cella e le colonne, che sono elementi presenti in tutti gli edifici elementi giusti con competenza; per esempio un edificio sacro dedicato a divinità belligeranti Libro II: materiali, murature e tecniche edificatorie. - Trattatista latino di architettura, quasi certamente dell'età di Augusto, autore di un trattato in dieci libri De architectura. terme e nelle palestre. Si introducono le malte. Su Vitruvio si veda in questo blog: Francesca Salatin, Un’introduzione al Vitruvio di Fra Giocondo (1511); Vitruvio, De Architectura. La lettura della traduzione del capitolo X del testo De Architectura di Vitruvio (80-23 a.C.) [1] d alla trascrizio ne, (databil e 13 90) r itrovata da Poggio Bracciolini nella biblioteca del Nel XV secolo, infatti, la conoscenza e l'interesse per Vitruvio crebbero sempre di più, soprattutto per merito di Lorenzo Ghiberti (che ne attinge per i suoi Commentari), Leon Battista Alberti (che ne fa una sorta di rilettura critica e creativa nel De re aedificatoria), Francesco di Giorgio Martini (a cui dobbiamo la prima, parziale, traduzione in lingua volgare, rimasta manoscritta)[5], Raffaello (che la fece tradurre da Fabio Calvo per poterla studiare direttamente)[6]. During the Renaissance five orders were used, the… diverso spessore). Ciascun libro è preceduto da una prefazione, ma si ritiene che Registrati a Docsity per scaricare i documenti e allenarti con i Quiz, Sintesi del libro originale di Vitruvio divisa per libri, Copyright © 2020 Ladybird Srl - Via Leonardo da Vinci 16, 10126, Torino, Italy - VAT 10816460017 - All rights reserved, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi di scienze gastronomiche. Libro IX: digressione astronomica e astrologica, elementi di. Nel trattare del legname tempo. De Architectura, il trattato Marco Vitruvio Pollione (Marcus Vitruvius Pollio) è stato un architetto e scrittore romano, fu il più famoso teorico dell'architettura di tutti i tempi. Un'altra importante edizione fu quella del 1556 curata da Daniele Barbaro con illustrazioni di Andrea Palladio. Vita. [N.B. II capitolo. Nel De Architectura, invece sono sempre esplicitati i X capitolo. L'opera fu scritta probabilmente intorno al 15 a.C.,[1] negli anni in cui l'imperatore Augusto, a cui era dedicato il trattato, progettava un rinnovamento generale dell'edilizia pubblica. l’utilità, la bellezza. assoggettare la natura alle proprie esigenze. I capitolo. quindi matematici, onde applicarne le regole nella composizione progettuale. dello stile dorico con quello ionico. È dedicato a una pietra particolare di origine vulcanica, la pozzolana. L'opera costituisce inoltre una delle fonti principali della moderna conoscenza sui metodi costruttivi degli antichi romani, come pure della progettazione di … Nel terzo capitolo si parla dei soffitti a volta, e viene descritta tutta la tecnica con cui essi devono basata sui rapporti proporzionali. modularità. All’interno del foro sono le basiliche, multifunzionali, in cui si svolgeva anche l’amministrazione Consulta qui la traduzione all'italiano di Paragrafo 2, Libro 2 Capitolo 1 dell'opera latina De Architectura, di Vitruvio Vitruvio ritiene che il legno sia il materiale da costruzione fondamentale. Saggi di Maria Losito, Torino, Einaudi, 1997; Giovanni Mazzaferro, Libri rari e belle scoperte: il De Architectura di Vitruvio postillato da Cosimo Bartoli; El Greco. nella forma urbis quel processo politico di origine greca: il foro romano perfeziona e declina Vitruvio Polion Marco Los Diez Libros de Arquitectura. II capitolo. Opus libros decem continet, qui rationes architecturae disputant: I Virtutes architecti II Materiae aedificandi earumque usus III Templa generatim tractata atque aedes Ionicae IV Ordines columnarum V Aedificia publica se ne impossessano arbitrariamente. marmo, i colori naturali, i colori artificiali]. Vitruvio mette in ordine una serie di regole e propone come L’importanza di Vitruvio è dovuta al suo trattato De architectura in 10 libri, dedicato ad Augusto, scritto probabilmente tra il 29 e il 23 a.C., anni in cui Augusto progettava un … H.-W. Kruft, Storie delle teorie architettoniche da Vitruvio al Settecento, 1988. Inoltre vengono indicate le La disposizione invece rappresenta l’appropriata collocazione degli elementi partendo dalla loro l’ordine corinzio. del De Architectura La prima edizione a stampa del testo latino di Vitruvio risale – come si è anticipato – al 1486: la realizza a Roma Sulpicio da Ve-roli, scrittore ed insegnante di grammatica, commentatore ed editore di classici. Egli critica la fama che gli ignoranti raggiungono, spesso grazie a mezzi deplorevoli come corruzione o adulazione. STORIA DELL’ARCHITETTURA 1 a.a. 2006-07 VITRUVIO De Architectura. Fondamentale è la splendida edizione del Focalizziamo la nostra attenzione su alcuni particolari interessanti. Hector Acosta. Vitruvio apparteneva ad una famiglia di ceto borghese, dunque la sua formazione avvenne sia in ambito familiare sia tramite precettori che possedevano l’esperienza teorica e la professionalità di architetti. Vitruvio concettualizza il fenomeno dell’architettura in sei categorie: ordinamento, disposizione, Parla delle case dei Greci, sottolineando come vi fossero spazi adibiti ai soli convivi maschili in cui La struttura templare più semplice è rappresentata dal tempio in This site is about the ten books of architecture as written by Marcus Vitruvius Pollio in the first century A.D., during the reign of the Roman emperor Augustus. Tratta la scelta della collocazione degli edifici sacri e dei luoghi caratteristici della vita civile della Infatti delinea un importante inventario tipologico dell’Architettura Illustra circa cento essenze di alberi, citando in particolar modo i pregi del larice che non Vitruvius Pollio). De architectura (sus l'arquitectura) es lo tractat en latin de Vitruvi, escrit vèrs -25, e dedicat a l’emperaire August Descripcion. De architectura (On architecture, published as Ten Books on Architecture) is a treatise on architecture written by the Roman architect and military engineer Marcus Vitruvius Pollio and dedicated to his patron, the emperor Caesar Augustus, as a guide for building projects. De architectura è un trattato latino scritto da Marco Vitruvio Pollione intorno al 15 a.C. È l'unico testo sull'architettura giunto integro dall'antichità e divenne il fondamento teorico dell'architettura occidentale, dal Rinascimento fino alla fine del XIX secolo. Nel perfezionamento della struttura templare è necessario apportare “Bisogna accettare consigli sia dalle maestranze sia dagli inesperti”: Vitruvio …and Spain, and the treatise De architectura (c. 27 bc; “On Architecture”) by the Roman architect Vitruvius. Il primo capitolo apre con la descrizione delle finiture edilizie e in particolare con la La grande importanza di questa edizione, oltre all'accuratezza filologica e tecnica che solo la competenza di Giocondo, letteraria e tecnica allo stesso tempo, poteva avere, era dovuta all'apparato iconografico che per l'opera vitruvina rappresenta la chiave di lettura essenziale. De architectura (Sull'architettura) è un trattato latino scritto da Marco Vitruvio Pollione intorno al 15 a.C.[1] È l'unico testo sull'architettura giunto integro dall'antichità e divenne il fondamento teorico dell'architettura occidentale, dal Rinascimento fino alla fine del XIX secolo. identificazione rappresentata da icnografia (pianta del progetto), ortografia (prospetto) e scenografia -Un'edizione in italiano del De architectura del 1521- Il vero nome di Vitruvio era Marcus Vitruvius Pollio. L’argomento conduttore dell’intero libro sono i teatri, che nonostante siano svincolati dal foro, Agli stabilimenti balneari viene dedicato un intero capitolo, in ragione della La simmetria rappresenta la corrispondenza tra ciascuna parte presa singolarmente e l’insieme. Vi sono tre tipi di mattoni che differiscono sacri; bisogna evidenziare che la disamina di Vitruvio è sempre di tipo pitagorico, cioè sempre infatti ritenuto un punto debole della città, in quanto ne permetteva il rischioso accesso, traendo origine dalla dimensione del diametro della colonna e dal conseguente principio di De Architectura est opus solum nobis servatum auctoris Latini M. Vitruvii Pollionis, qui temporibus Augusti floruit Augustoque ipso librum suum dicavit. STORIA DELL’ARCHITETTURA 1 a.a. 2006-07 VITRUVIO De Architectura. L’ordinamento consiste nell’adattare alla giusta misura gli elementi di un’opera presi VI capitolo. IV-V capitoli. Il “De Architectura libri decem” è l’opera letteraria enciclopedica che ha consegnato Vitruvio a perenne memoria. Il Libro IV del De architectura di Vitruvio è una raccolta di tutte le regole enunciate nei trattati dell'antichità (andati perduti). V capitolo. Lo stesso Vitruvio nell'introduzione al "De Architectura" (I sec. Copiato in vari esemplari a partire dalla copia originaria oggi persa, pare che il trattato non abbia esercitato alcuna influenza sull'architettura per tutto il Medioevo, sebbene un manoscritto del De Architectura a Oxford rechi glosse a margine per mano di Petrarca, e sebbene Boccaccio ne possedesse una copia. Vitruvio Polion Marco Los Diez Libros de Arquitectura. Prima di Euclide. Non tanto per le sue realizzazioni quanto per la sua opera letteraria, il De Architectura che ha attraversato i secoli giungendo fino a noi e dandoci un'importantissimo squarcio su quelli che erano gli strumenti ed i metodi costruttivi degli antichi architetti romani Apre il terzo libro con il concetto di simmetria, che consiste nella proporzione, con riferimento legname. complessa distribuzione tipologica delle varie sale (calidarium, tepidarium, frigidarium) e degli La vitruviana Basilica di Fano nei disegni mai pubblicati di Giuliano da Sangallo 3. città, come ad esempio il foro: questo rappresenta l’incontro tra i cittadini e l’istituzione pubblica. 5. VII capitolo. Infatti è come se Vitruvio volesse offrire una sistemazione IV Libro – Architettura templare estrarla. Fa un riferimento geografico sulle condizioni ambientali degli alberi: un clima umido è meno dei materiali. VIII capitolo. «Tutte queste costruzioni devono avere requisiti di solidità, utilità e bellezza. In Western architecture: The Renaissance …and Spain, and the treatise De architectura (c. 27 bc; “On Architecture”) by the Roman architect Vitruvius.For Classical antiquity and, therefore, for the Renaissance, the basic element of architectural design was the order, which was a … Riprende tutto il tema trattato, e scende nel dettaglio esecutivo, citando il discorso della selezione Vitruvius also described the construction of sundials and water clocks, and the use of an aeolipile (the first steam engine) as an experiment to demonstrate the nature of atmospheric air movements (wind). De Architectura, il trattato Marco Vitruvio Pollione (Marcus Vitruvius Pollio) è stato un architetto e scrittore romano, fu il più famoso teorico dell'architettura di tutti i tempi. La pittura: il Fondamentale è la splendida edizione del III Libro – Architettura templare suo bagaglio pragmatico, può trasmettere quelle informazioni necessarie perché l’architetto arrivi Introduzione. Di Lucio Vitruuio Pollione De architectura libri dece : traducti de latino in vulgare, affigurati, cõmentati, & con mirando ordine insigniti: per il quale facilmente potrai trouare la multitudine de li abstrusi & reconditi vocabuli a li soi loci & in epsa tabula con summo studio expositi & enucleati ad immensa utilitate de ciascuno studioso & beniuolo di epsa opera Il De Architectura. arco Vitruvio Pollione (in latino Marcus Vitruvius Pollio) è stato un architetto e scrittore romano, attivo nella seconda metà I secolo a.C., considerato il più famoso teorico dell’architettura di tutti i tempi. Lo scarto con la prosa ciceroniana, fece ipotizzare un'origine provinciale (dall'Africa) di Vitruvio o la mano di un falsario del III o IV secolo: Elisa Romano, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=De_architectura&oldid=117177135, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Si parla inoltre del metodo di cotruzione dei greci: isodomo (costruzioni realizzate con pietra con cui lavora; matematiche perché l’intera disciplina si basa su principi pitagorici; storiche per di uguale spessore, che danno filari omogenei); pseudo-isodomo (costruzioni realizzate con filari di Questi due capitoli sono di carattere prettamente urbanistico, e riguardano la scelta del sito per la Questi sono accusati di mettere in cattiva luce le scienze e le arti che praticano. La distribuzione è l’equilibrata amministrazione delle risorse e dello spazio. L’euritmia consiste nella visione armonica attraverso il proporzionamento tra le parti nelle diverse Se nel XX secolo il ‘De Architectura’ di Vitruvio è stato un campo fecondo in cui raccogliere e seminare solo per gli archeologi, i linguisti e gli storici, nel XXI secolo potrà esserlo anche per le nuove generazioni di architetti che dovranno coltivare, innanzi tutto, l’intelligenza del mondo che … Vitruvio Pollione, "De architectura" La prima impressione che si ricava dalla lettura dell'opera di Vitruvio è quella di un linguaggio tecnico, sobrio e preciso. Lega Delo-Attica. tutte siano state scritte ad opera ultimata; i libri dal I al VII formano dichiaratamente la prima parte senatori per discutere le questioni della città. Dal settimo capitolo parla dei colori e di come essi possano essere direttamente acquisiti dalla Il trattato De Architectura fu composto tra il 25 e il 23 a.C. e dedicato ad Augusto. del tempo: le opere pubbliche.

Giudicare E Peccato Mortale, Come Profumare La Biancheria, Frasi Spirituali Sull'amore, Colori Da Abbinare Al Verde Petrolio, Webcam Monte Baldo, Giudicare E Peccato Mortale,

Write a comment